CESENATICO, MUSEO DELLA MARINERIA: IN VIAGGIO NELLA STORIA DELLA VITA DI MARE


 1 (1) 1 (2)

Cesenatico è un paese di mare cresciuto intorno al suo Porto Canale. É sede del Museo della Marineria che ospita le imbarcazioni tradizionali a vela utilizzate per il trasporto e la pesca. Il racconto del faticoso lavoro dei navigatori di cento anni fa si snoda in due sezioni: la Sezione a Terra e la Sezione Galleggiante.

La Sezione Galleggiante, nata nel 1983, è costituita da una flotta di dieci imbarcazioni ormeggiate lungo un tratto di canale chiuso fra due ponti, con un’ammiraglia speciale: il Giovanni Pascoli, trabaccolo da trasporto, classe 1936, che a Natale fa salire a bordo la Sacra Famiglia (il Presepe Galleggiante di Cesenatico è uno dei siti più fotografati al mondo!) e che nel 1982 è stato protagonista dello sceneggiato TV Marco Polo.

Immediatamente di fronte si trova il padiglione della Sezione a Terra, allestito su due piani, che propone ai visitatori un percorso suggestivo in cui gli oggetti antichi e autentici della marineria, come gli scafi, gli argani, le vele, i paranchi, le reti, raccontano la loro storia, ancora viva e tangibile, con l’aiuto di pannelli esplicativi, filmati d’epoca e animazioni 3D.

Quando si entra in questa grande struttura costruita secondo le linee degli antichi arsenali, subito si respira l’odore del legno che viene dal mare… Viene da alzare lo sguardo fino alla punta degli alberi del trabaccolo Cidia e del bragozzo Vigo, le due barche da pesca, completamente attrezzate, che fanno da padrone di casa, e ci si fa abbracciare dal colore pieno delle loro grandi vele al terzo.

Al piano terra, un articolato percorso illustra il ciclo di vita di un imbarcazione, esponendo i materiali di costruzione: legno per lo scafo, cotone e canapa per le vele e il cordame. Il risultato è quello di un’autentica opera d’arte oltre che di artigianato. Si può poi visitare la bottega del cordaio dove, in passato, i bambini azionavano le ruote di legno tramite cui si intrecciavano cime di fibre vegetale; si viaggia indietro nel tempo, entrando nella Bottega Marconi, dove lavorava il maestro d’ascia, Fafòn: si osserva il meccanismo degli argani e dei paranchi; si entra con lo sguardo nella stiva del bragozzo Vigo attraverso le ferite che percorrono la poppa e la fiancata; su un angolo di sabbia che riproduce il fondale sono poggiati i giganteschi relitti di ancore.

Salendo al primo piano, il Museo rievoca la vita vissuta su queste imbarcazioni, parla degli equipaggi e del loro duro lavoro, illustra i sistemi di pesca e di comunicazione, svela il significato più profondo degli occhi di prua.

L’edificio adiacente alla Sezione a Terra del Museo della Marineria ospita l’Antiquarium Comunale, una Sezione Archeologica nella quale è possibile ricostruire la storia della Cesenatico antica, dalla Ad Novas romana, alla Torre Malatestiana, su cui, nel 1502, salì Leonardo Da Vinci per studiare e disegnare il porto di Cesenatico, sino alla Torre Pretoria,  edificata nel Cinquecento per contrastare gli attacchi pirateschi alla cittadina. E proprio in una saletta dell’Antiquarium è custodito il misterioso tesoretto di monete d’argento scampato ad un arrembaggio piratesco e fortunosamente ripescato dal fondo del Porto Canale. Nel medesimo edificio che ospita l’Antiquarium Comunale è inoltre possibile visitare una Sezione Naturalistica, costituita da un’ampia raccolta di fossili, conchiglie, crostacei e rari esemplari imbalsamati di pesci e uccelli marini rappresentativi della fauna esistente in Adriatico.

A pochi passi dal Museo della Marineria, direzione mare, si trova la casa dello scrittore Marino Moretti, divenuta oggi una casa-museo che conserva gli arredi originari, la biblioteca e l’archivio con i manoscritti e le lettere di Moretti. Un vero e proprio percorso museale che offre una ricca offerta di attività didattiche differenziate in base al livello scolastico.

*

Le attività del Museo della Marineria sono realizzate con il sostegno di Gesturist Cesenatico spa

logo gesturist new

G5MW3604 (640x427)

Un pensiero riguardo “CESENATICO, MUSEO DELLA MARINERIA: IN VIAGGIO NELLA STORIA DELLA VITA DI MARE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.