FENOMENI /  PROTAGONISTI DELLE SIGLE IN TV: I PANDEMONIUM


PANDEMONIUM

Guest Writer: GIANNI SORU

Mauro Goldsand, è nato a Roma nel 1954, assieme a Fiammetta Flamini (già interprete di diverse canzoni e conduttrice di vari programmi TV), ed ad Antonello Baranta (che si occupava di radiofonia) forma il gruppo del Mago (lui), la fata (Fiammetta) e la Zucca Bacata (Antonello). Il nome Pandemonium è inventato dallo stesso Mauro. Però non erano sempre le stesse persone a cantare, c’è chi andava e chi veniva, nel gruppo è subentrata anche Patrizia Tapparelli, Roberta Pettoruti (futura corista per il Festival di Sanremo), Tamburelli, di conseguenza i discografici vollero cambiare il nome del gruppo, eccoli così chiamarsi anche Happy Gang o I Mostriciattoli.

Mauro ha realizzato anche diverse canzoni per altri artisti come “Blue Motel” per Lene Lovich, “Più di così” per Antonella Arancio, canzoni portate a Sanremo; con Tamburelli e Dossena ha realizzato dei pezzi per la Francia interpretati da Johnny Holliday e Dalida.  (Il primo a svelare ed ad intervistare Mauro Goldsand fu proprio Gianni Soru nei primissimi anni 2000 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Manga Club… e sul sito Koji and Cutey. ndr).

1978: incidono “Qui lo dico e qui lo nego” (Rai, sigla di Buonasera con Franco Franchi, cantata assieme al pupazzo Saruzzo), firmata con il nome di Pandemonium.

1980: incidono “Quando la banda va” (Rai), sigla del telefilm Pronto Emergenza, che firmano con il nome di Pandemonium.  Incidono poi “La città della domenica” (Rai sigla del programma tv, sul lato B del disco cantano “Ciucciadito”) e “Fan Bernardo” (Rai), sigla del cartone animato made in Italy. Sul lato B del disco cantano “Minutino”. Queste 3 canzoni le firmano con il nome di Il Mago-La Fata-La Zucca Bacata.

Invece con lo pseudo di Galaxy Group canteranno “Mazinga Z” (Rai) che va in classifica con 300.000 copie e “Astro Ganga” (Telemontecarlo); con lo pseudo di I Sorrisi cantano “Piccola Lulù” (Telemontecarlo). Faranno da coro a Lino Toffolo per la sigla del telefilm “Lancillotto 008” (Rai)

1981: viene bocciata la loro sigla per il cartone animato di “Flash Gordon”.

1982: incidono la martellante “Chobin” (Italia 1, sigla di Chobin il principe stellare), canzone che entra in classifica con 80.000 copie; segue poi “Superboy Shadow” (Telereporter, sigla di La spada di luce), però non ha molta fortuna. Entrambe le sigle le firmano ancora con il nome di Il Mago-La Fata-La Zucca Bacata. Incidono con il nome de Il Piccolo Coro di Lilly, la dolcissima e tanto amata “I bom bom di Lilly” (Retequattro, sigla de I bom bom magici di Lilly).

1983: con lo pseudo di Happy Gang cantano “Mr baseball” (Telereporter) e quella del telefilm di “Ultralion” (Telereporter); incidono poi le divertenti “Carletto e i mostri” e “Che paura mi fa”, sigla di testa e di coda di Carletto il principe dei mostri (Italia 1, tradotte da quelle originali giapponesi) che cantano con lo pseudo de I Mostriciattoli. Mauro compone per Cristina Marongiu “Lettera” che sarà la sigla della telenovelas di “Gli Emigranti”; poi realizza il tormentone “Rocking Rolling” data da cantare a Scialpi, a fargli da coro sarà Mauro.

Causa crisi discografica il gruppo si scioglie.

1984: Goldsand realizza il celebre programma “Piccoli Fans” per Sandra Milo.

GIANNI SORU

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.