FENOMENI / TELEVISIONI E CARTONI: SESSANT’ANNI FA NASCEVA “CAROSELLO”


CAROSELLI

Guest Writer: GIANNI SORU

Nel 1957, con la nascita della tv in bianco e nero, nasce il Carosello. Un siparietto della durata di 30 minuti, che mandava in onda diversi spot di 3-4 minuti animati da cartoni animati che reclamizzavano un determinato prodotto. Il tutto durerà fino al 1977. Con la nascita della tv a colori, avventura nel 1978, il Carosello chiude. Ma le pubblicità continuano ancora, questa volta a colori. Tanti di questi personaggi hanno fatto storia, diventando delle vere icone. Oggi alcuni di questi eroi della tv sono ricercatissimi, e a molti di loro fu dedicato anche tanta lineacollezione (ovvero merchand). Ricordiamo i personaggi più belli, divertenti, famosi amati e simpatici:

“PIPPO” (1960): l’ippopotamo blu reclamizzava i pannolini della Lines. Oggi il suo pupazzo è ricercatissimo.

“L’OMINO COI BAFFI” (1961): aveva i baffi ed un cappello a punta, sulla sua bocca comparivano le lettere di ciò che diceva, reclamizzava i prodotti per la cucina della Bialetti.

“CALIMERO” (1963): il pulcino nero con mezzo guscio d’uovo in testa reclamizzava il detersivo per bucato a mano Ava. Le sue frasi tormentone furono: “Ava come lava”; oppure “Che ingiustizia”,  oppure “Tutti se la prendono con me perché sono piccolo e nero”. Nel 1988 e nel 1996 avrà una serie a cartoni animati, nel 2014 avrà una serie in 3D. Tantissima poi la lineacollezione a lui dedicata come: pupazzi, astucci, diari, quaderni, disco, ben 3 album di figurine, giornalino con fumetto, giornalino da colorare, borse, portafogli, abito di carnevale, magliette, biglietti d’auguri, adesivi, patatine, cicche, ovetti di cioccolato, uovo di Pasqua, calamite, fazzoletti, vhs…

“CARMENCITA” (1965): il cono di gesso rovesciato, lei ha gli occhi, il naso, la bocca e le treccine, poi c’è il Caballeros cappello, occhi, naso, bocca e pistola, reclamizzavano il caffè della Lavazza. La frase fu “Bambina sei già mia, chiudi il gas e vieni via”.

“SUSANNA” (1966): la bimba bionda paffutella reclamizzava i formaggini della Invernizzi (tutti la soprannominarono Susanna tuttapanna). Ha avuto diversa lineacollezione come il pupazzo (ricercatissimo), i palloncini, gli adesivi, il gioco da tavolo, la poltroncina, le magliette… La sua frase tormentone fu “Pitu Pitu pà!”.

“LINEA” (1969): una linea bianca animata con storie svolte su sfondi blu o neri, reclamizzava le pentole della Lagostina. La sua lineacollezione è stata la vhs, i libri, i calendari, i biglietti augurali, la carta da regalo, ed il pupazzetto.

“JO CONDOR” (1969): un avvoltoio briccone per lo spot della Ferrero. La sua frase era “Mica ciò scritto Jo Condor!”.

“CIMABUE” (1972): è il frate pasticcione, ne combina una al giorno, fu il testimonial dell’amaro Don Bairo. La sua frase tormentone era “Cimabue Cimabue, fai una cosa ne sbagli due!”.

“JO CARIOCA” (1972): il cow-boy che reclamizzava i pennarelli della Carioca, poi le matite, i pastelli e le tempere.

“LEPROTTO” (1974), una lepre bianca, mascotte dello zafferano.

“EL MERENDERO” (1974), lo sfigatissimo Miguel (con tanto di cappello sombrero), aspettava sempre il merendero perdigiorno, impenitente che, invece di portare le merendine ai bambini, se ne andava in giro per il mondo. Celebre il suo jingle “Ela din don dero. E lì e là e li che l’aspettava, e lì e là e li che l’aspettava, e lì e là e li che l’aspettava, aspettava Miguel. Miguel son mi…”. La sua lineacollezione è stato il disco con il suo jingle ed il pupazzo.

“MARIAROSA” (1976): la bimba bionda con le treccine che ogni giorno preparava una torta nuova reclamizzava il lievito della Bertolini. Il suo jingle fu un vero tormentone: “Brava brava Mariarosa ogni cosa sai far tu, qui la vita è sempre rosa solo quando ci sei tu”. La sua lineacollzione è stata il disco con la sigla, il libro di ricette, il cestino e la bambolina.

“BIMBO HARIBO” (1977): il bimbo dai capelli neri reclamizzava le liquirizie a rotella della Haribo. Il suo jingle fu “Eccola e poi si srotola, è la rotella Haribo (ribo ribo). Che liquirizia fantastica, è la rotella Haribo (ribo ribo)”. Era uscito il suo pupazzetto.

“ZUM IL DEFLINO” (1977): il delfino di colore bianco, che correva sempre in aiuto dei due bambini Marina e Ian, reclamizzava il cioccolato bianco della Galak. Il suo slogan era “Galak, così buono, così bianco. Smuack”. Più avanti uscirono anche i budini della Galak. Nel 1978 gli verrà dedicato un cartone animato per la TV dal titolo “Zum il delfino bianco”.

“TORO FARCITO” (1978): un piccolo capo indiano che difendeva le brioche Girella al pan di spagna e cacao, dal cattivo Golosastro che voleva rubarsele, erano della Motta. Celeberrimo fu il jingle: “La morale è sempre quella fai merenda con Girella”. Come lineacollezione ha avuto i fumetti, i pupazzetti, gli album di figurine.

“CIOCORI’ E BIANCORI’” (1978): i due castorini, lui marroncino e lei bianca (nata nel 1979), fidanzati, reclamizzavano le barrette al riso soffiato ricoperto di cioccolato al latte e cioccolato bianco della Motta. Hanno avuto tanta lineacollezione come i pupazzi, il battipalla, il frisbee, il pattino, l’astuccio (erano tutti ricercatissimi), l’orologio, l’uovo di Pasqua, la calza della Befana…

“MIRA L’OLANDESINA” (1979): la ragazza bionda olandese che vola in mongolfiera reclamizzava il detersivo della Miralanza. La sua sigletta fu famosissima: “Mira mira l’Olandesina è una piccola bambolina che nel cielo ti sembra blu, il vento culla tra le nuvole lassù. Mira mira l’Olandesina dolcemente si avvicina e in ogni strada della città, mille finestra si spalancano qua e la…”. Uscì il disco con la sua sigla.

“ETO E ATO” (1979): i due angeli reclamizzavano il lievito Paneangeli.

“IL PICCOLO MUGNAIO “ (1982): l’omino piccolo piccolo che vive in un piccolo mulino nel prato, è innamorato della sua Clementina, ragazza bionda con lentiggini a grandezza naturale, le faceva recapitare sempre una merendina, ma Clementina non riusciva mai a vedere il suo spasimante misterioso. Reclamizzava le brioche del Tegolino, Crostatina al cacao o albicocca e Saccottino del Mulino Bianco. Tantissima la lineacollezione a lui dedicata le gommine andarono a ruba, le scatolette con i giochi sono ricercatissime; poi uscì anche il veliero, il vassoio, la cartella, astucci, diari, quaderni, orologi, penne, il pupazzetto… di grande valore i suoi mulini ben 5 modelli con la radio, con la sveglia, versione Archimede (con gli gli occhiali, lo specchio…), la versione colori (con tempere, pennarelli, matite), e la più ricercata, la versione cartoleria (con righello, metro, penna, temperino, pinzatrice, scotch…). Negli anni 2000 il suo posto verrà preso da Gli Amici del Mulino, ovvero 4 piccole brioche.

“MR. NESQUIK” (1984): la bevanda al gusto di cioccolato che si mette nel latte nasce nel 1978 per la Nestlè, ma la sua mascotte il piccolo omino a forma di scatola della confezione, nasce nel 1984. A lui han dedicato tanta lineacollezione come i suoi pupazzetti (molto ricercati), la slot-machine, la pila, la trottola, i puzzle… Il suo jingle tormentone fu “Col sapor di cioccolato c’è il gioco assicurato. Nesquik Nestlè!”.

Nel 1986 la scatola diventa un pupazzo per il programma del Baby Show in onda su Junior TV. Nel 1991 il posto di Mr. Nesquik viene preso da un leprotto.

“ELDOLEO” (1987): il leone che reclamizzava i gelati della Eldorado come il biscotto del Cuccioline, Tondo Gum, Twister, Bananao, Ciok Ciok, Bla Bla, Strabik, il Calippo… Come lineacollezione ha avuto i pupazzi, lo zaino, il videogioco portatile ed il libro con i giochi.

“I LOACKERINI” (1987): 5 piccoli nanetti che reclamizzano i wafer al gusto nocciola, vaniglia o cioccolato della Saiwa. La lineacollezione a loro dedicata è stata i pupazzetti, le tazze, i calendari, gli adesivi… il loro jingle tormentone è “Veniamo giù dai monti dai monti del Tirolo, cantiamo tutti in coro Loacker che bontà. Loacker che bontà. Loacker che bontà”.

“COCCOLINO” (1987): l’orsetto bianco e tenero per i detersivi della Coccolino. Molto venduti sono stati i suoi pupazzi.

“CARLETTO” (1998): Negli 1990 per i sofficini della Findus ci sono i Lupi di Mare e Capitan Findus. Nel 1996 nasce la Famiglia Sorriso, tanti animaletti come i canguri, i serpenti i ricci… il jingle tormentone fu “Sofficini Findus il sorriso che c’è in te!”. Nel 1998 la mascotte dei sofficini sarà il camaleonte Carletto. Vendutissimi i suoi pupazzi.

“KELLOG’S” (1988): i fiocchi di cereali, anche al gusto cacao, da mettere  nel latte per la colazione, nascono negli anni ’70; ma l’animazione dei 3 bambini, della tigre, della scimmietta, dell’ape e dell’orso. Arriverà negli anni ’80. Hanno avuto una lineacollezione come la scodella, la tovaglia, la radio, il pallone, il frisbee, i battipalla, l’aquilone…

“SUPER” (1989): è la tartaruga con berretto e il monitor sul pancino, che reclamizza le videocassette della Videomatto. Alcuni titoli: Bugs Bunny, Gatto Silvestro, Daffy Duck, Tom and Jerry, Gli antenati, Top-cat, Braccio di Ferro, La pantera rosa, Casper, Betty Boop, Kimba il leone bianco, Scooby Doo, Muppet Babies, I rangers delle galassie…

“CHEERIOS” (1991): la tartaruga con occhiali che reclamizza gli anellini di miele e mandorle da mangiare a colazione con il latte per la Nestlè.

“OVETTO KINDER” (1991): lo squisito ovetto al cioccolato al latte della Kinder, nasce negli anni ’70, ma la sua mascotte un’ovetto con tanto di faccia, braccia, gambe ed un berretto nasce nel 1991. Tra le numerose e bellissime sorprese che si potevano trovare negli ovetti ci sono stati: gli Happy Potami, le Tartallegre, i Pingui Beach, Eefantino, gli Squali Squaletti, Dapsy Dinos, Leo Venturas, le Amicozze… oggi molto ricercati. Tanti i bellissimi personaggi dei cartoni animati come sorprese: Topolino, Paperino, Pippo, Bugs Bunny, Gatto Silvestro, Daffy Duck, Titti, Speedy Gonzales, Willy coyote, Tom and Jerry, L’orso Yoghi, La pantera rosa, Gli antenati, Braccio di Ferro, Charlie Brown, Il leone Svicolone, Asterix, Superman, Bat-man, L’ape Maia, I Puffi, Doraemon, Calimero, I Simspon, Winny the Pooh, Winx Club, Angel’s friends…

“MILKA” (1991), il coccolato al latte della Milka reclamizzato da una mucca vera di colore bianco a macchie blu. La mucca ha avuto una sua lineacollezione come i pupazzi, la sveglia, la capanna, il portachiavi, e il portafoto.

“GINO E GINA” (1993), mascotte a forma di formaggino, per reclamizzare i triangolini spalmabili della Galbani.

“POLARETTI” (1993): i pinguini che reclamizzano i ghiaccioli alla frutta, poi le granite e le caramelle della Dolfin. Hanno avuto diverso merchand come i pupazzi, i palloni, gli aquiloni, le matite, i portachiavi, le uova di Pasqua, il gioco da tavolo, gli adesivi, i tatuaggi….

“ZIGULINO E ZIGULINA” (1994): le caramelle a palline al gusto di frutta con vitamina e minerali della Zigulì nascono negli anni ’70, ma i bimbi mascotte, Zigulino il bimbo vestito di azzurro e Zigulina la bimba vestita di rosa arrivano negli anni ’90.

“JUNIOR” (1997): il canguro con le scarpe da ginnastica, il cappellino, il foulard al collo, la salopette con su stampata la lettera “J” che reclamizza i budini e gli yogurt al gusto formaggio e frutta della Danone.

“M&M” (2000): le golosissime noccioline arachidi ricoperte di cioccolato e poi con sopra vari colori: giallo, blu, verde, arancione, rosso nascono negli anni ’70, ma le loro mascotte nascono negli anni 2000 con tanto di occhi, bocca, braccia e gambe, con sul petto stampata la lettera “M”.

GIANNI SORU

“LA SIGLA DEL CAROSELLO”

(Cantano i Cartoonmatti)

Si alza il sipario

inizia il Carosello.

Un’unica serata,

niente di più bello.

Tanti personaggi,

belli bravi e buoni.

Tante melodie,

per prodotti nuovi.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.