L’UNESCO HA APERTO GRATUITAMENTE SU INTERNET LA SUA BIBLIOTECA DIGITALE MONDIALE


UNESCO BIBLIO

L’Unesco proprio qualche giorno fa aveva espresso tutta la sua preoccupazione sullo stato dell’istruzione mondiale dopo la diffusione del Covid 19. Sono quasi 800 milioni i bambini e ragazzi che a seguito del virus hanno interrotto o sospeso il loro iter scolastico. E forse anche da questa considerazione che è nata la volontà di condividere online i documenti contenuti nella Biblioteca, dando così agli adulti così come ai bambini la possibilità di accedere a queste pressoché infinite fonti di informazione.

Del resto, tra gli obiettivi primari della fondazione della biblioteca digitale dell’Unesco si trovano la conoscenza reciproca e la cooperazione tra i popoli in ogni campo dell’attività intellettuale. E quindi lo scambio continuo di pubblicazioni artistiche e scientifiche.

L’Unesco ha avuto la grande idea di dare accesso libero alla biblioteca digitale mondiale su internet. Qui sotto il link attraverso il quale ci è offerta la opportunità, soprattutto in questo tempo di sospensione delle attività scolastiche, di approfittare del tempo per approfondire conoscenze e curiosità culturali.

Mappe antiche, libri, fotografie, giornali, manoscritti, manufatti museali, pergamene e registrazioni audio: una raccolta di quasi ventimila contenuti – che coprono un periodo di tempo che inizia dall’8000 a.c. fino ai giorni nostri – è disponibile in sette lingue (ahimè non in italiano). E la ricerca dei documenti può essere fatta per parole chiave, luogo, periodo di tempo, lingua o istituzione.

È certamente un regalo da parte dell’Unesco a tutta l’umanità e
soprattutto ai giovani, alle scuole e ai docenti, invitati a diffondere questa opportunità ai propri alunni. La biblioteca digitale è già disponibile su Internet, attraverso il sito

https://www.wdl.org

Che cos’è la World digital library dell’Unesco

La World digital library è una biblioteca digitale internazionale nata il 21 aprile 2009 e gestita dall’Unesco e dalla Biblioteca del Congresso. Il suo scopo è quello di promuovere la comprensione internazionale e interculturale, aumentare la quantità e la varietà di contenuti culturali sulla rete, fornire risorse a docenti, studenti e semplici cittadini e migliorare nelle istituzioni partner del progetto la capacità di restringere il divario digitale all’interno e tra le nazioni.

Il sito mette a disposizione degli utenti in maniera gratuita una vasta collezione di manoscritti, libri rari, immagini, filmati e registrazioni sonore, ponendo attenzione anche alle culture orientali ed è fruibile in 7 lingue: arabo, cinese, francese, inglese, portoghese, russo e spagnolo che sono anche le lingue ufficiali delle Nazioni Unite (no, come detto, l’italiano non c’è!).

Quando venne istituita, la Biblioteca mondiale dell’Unesco contava 1.170 documenti (reperibili per area geografica, nazione e periodo storico), oggi sono quasi 20 mila, un patrimonio sconfinato che proviene da 193 paesi differenti e racconda il mondo dall’8000 a.C. a oggi. Non è un caso che il logo di questo archivio mondiale sia un uomo su una mongolfiera che guarda oltre grazie a un binocolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.