“GRAZIE” A CHI E’ IN PRIMA LINEA CONTRO CATTIVIRUS: I MESSAGGI DELLE SCUOLE ITALIANE


Grazie a tutti gli “eroi” che stanno combattendo Cattivirus: medici, infermieri, volontari e tante altre persone che lavorano per garantire i servizi essenziali alla popolazione in queste settimane di emergenza sanitaria per il coronavirus. Sono tanti i disegni-messaggio che stanno arrivando a Funtasy e ad Okay! a seguito dell’iniziativa lanciata “a distanza” a tutte le scuole italiane, con la proposta della storia a puntate “Il giorno in cui Cattivirus finì ko“. Come noto, ogni puntata chiede agli allievi di produrre un lavoro, in linea con il contenuto della storia proposta. Nella settima puntata è chiesto di pensare a quanti, appunto, sono in primi linea in tanti luoghi ed ambienti, come i medici, i volontari, le forze dell’ordine, sacerdoti e religiosi, gli addetti alle pulizie, le associazioni umanitarie e altre categorie di persone impegnate in compiti e mansioni importanti.

La risposta, anche per la settima puntata, è stata massiccia. Come si può vedere dalle immagini selezionate per la fotogalleria, gli alunni hanno seguito il percorso indicato nella storia “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”, iniziativa proposta da Funtasy (casa editrice italiana specializzata in progetti educativi e di formazione) e da Okay!, magazine attivo da vent’anni nel mondo della scuola. L’attività sta ricevendo una grande attenzione da parte dei media, con articoli e post su giornali, siti web e social network.

Come noto, la storia a puntate, on line sui Blog di Funtasy, Okay!, condivisa sulla pagina del Gruppo Facebook “Noi Siamo Okay!”, si è posta l’obiettivo di coinvolgere docenti, famiglie e giovanissimi in un’attività concreta, divertente e produttiva durante le giornate di emergenza nazionale del coronavirus, segnate dalla sospensione delle attività scolastiche. Ecco dunque una storia per aiutare ad affrontare le paure, a gestire in modo responsabile i comportamenti personali e provando anche a tirare qualche sberleffo a Cattivirus, perchè arriverà il giorno in cui sarà messo ko, al tappeto.

Il testo – scritto da Roberto Alborghetti, giornalista e autore, e illustrato da Eleonora Moretti – in ogni puntata propone appunto la vicenda di Cattivirus, che parla in prima persona, accompagnando i giovani lettori in un percorso di conoscenza e di approfondimento sui temi collegati alla diffusione del covid-19. E poi, dalla quinta puntata, entrano in scena gli Anticorpi… Ogni capitolo è corredato da una proposta di attività didattica, da realizzare a distanza, nelle proprie case, con genitori e docenti.

Gli elaborati, come già avviene, trovano posto online sul gruppo Facebook Noi Siamo Okay! e sul sito di Funtasy, anche perchè Cattivirus è sempre all’opera e dunque non bisogna abbassare le difese. Ricordiamo che tutta la storia avrà una edizione speciale per AlbumOne: un bellissimo fascicolo di 24 pagine, formato 23 cm x 23, che potrà essere utilizzato nelle attività didattiche e a casa.

© Funtasy Editrice

La partecipazione all’iniziativa è sempre aperta. Le sette puntate di “Il giorno in cui Cattivirus finì ko” sono reperibili sulla home page del sito di Funtasy. Ecco il link:

https://funtasyedizionideldivertimente.wordpress.com/

Un pensiero riguardo ““GRAZIE” A CHI E’ IN PRIMA LINEA CONTRO CATTIVIRUS: I MESSAGGI DELLE SCUOLE ITALIANE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.