VALLE SERIANA, LE PAROLE DI “UN UOMO DI PAROLA” PER RIPARTIRE DOPO IL FLAGELLO


Nella foto: un momento della presentazione del libro, un anno fa, presso il Patronato S. Vincenzo di Bergamo .

GUEST WRITER: STEFANO ALBERTI

Un anno fa veniva pubblicato “Una vita di parola”, il libro-testimonianza su don Aldo Nicoli, indimenticato parroco di Nembro, una delle figure più note e rappresentative della diocesi di Bergamo, e non solo. Nei giorni scorsi, a undici anni dalla scomparsa di mons. Nicoli – avvenuta il 13 settembre 2009 – la pubblicazione, firmata da Roberto Alborghetti, è stata proposta in Valle Seriana, la Valle che era nel cuore di don Aldo, territorio che il coronavirus ha colpito dolorosamente e drammaticamente. Un atto quasi dovuto, un segno ed un gesto di speranza, dopo i mesi di confinamento e dopo un evento doloroso che ha flagellato persone ed attività.

Il libro è stato infatti proposto a Comenduno di Albino, domenica scorsa, nella mattinata, dopo la messa celebrata nella parrocchiale, con la straordinaria animazione del Coro Anghelion, diretto da Antonio Barcella, bravissimo come sempre. Del resto, proprio a Comenduno aveva preso l’avvio il servizio pastorale di don Aldo, giovane prete di fresca ordinazione. Il libro, come ha illustrato l’autore, ripercorre la vita di monsignor Nicoli attraverso scritti, lettere, riflessioni, appunti ed omelie.

Il sottotitolo già ne delinea il senso e il contenuto: “Il ‘vocabolario’ di un prete che ha vissuto i ‘segni dei tempi’ della Chiesa del Concilio”. Alborghetti, già autore di una biografia su don Nicoli, uscita nel 2010, questa volta ha scelto di dare voce al pensiero di un sacerdote che era conosciuto ai più come vicario episcopale per le attività economiche: un ruolo che andava stretto a don Aldo, come il libro racconta e rivela con documenti inediti.

Pubblicata dalla Onlus “Insieme con don Aldo, con la presentazione del suo presidente Pietro Daina, “Una vita di Parola” prende in contropiede i luoghi comuni o le “etichette”, facili e sbrigative, che hanno accompagnato don Aldo. È un libro sorprendente, nel senso che sorprende non poco chi, di don Nicoli, aveva un’idea e un’immagine precostituite.

Come scrive Alborghetti, ripercorrere la vita di don Aldo è innanzitutto rileggere la storia di tante comunità che si legano e si intrecciano in una comunità più ampia, quella di una Diocesi, di una terra, di una provincia. Un applauso spontaneo – da parte della gente che, nel rispetto delle regole di sicurezza e di prevenzione del covid, è intervenuta numerosa alla celebrazione – ha chiuso la presentazione del libro, che è a disposizione con finalità di solidarietà e di sostegno alle attività della Onlus intitolata a don Aldo Nicoli.

  • Una vita di parola, don Aldo Nicoli, Onlus Insieme con don Aldo, Pagine 90, Stampato da Tecnostampa, Sutri (VT); per info: info@insiemecondonaldo.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.