1947-1991: REPORTAGE DALLA CINA CHE CAMBIA NELLE LETTERE DI UN MISSIONARIO BERGAMASCO


C’era tanta gente, sabato scorso, 16 ottobre 2021, nella Sala Civica “Giovanni XXIII” di Ambivere (BG) alla presentazione di “Sarei felice di poter rimanere qui fino alla fine”, libro in cui il prof. don Ezio Bolis, ha raccolto ed ordinato la coinvolgente testimonianza epistolare che racconta i 44 anni di vita trascorsi dallo zio, padre Luigi Bolis, prima in Cina e poi ad Hong Kong, dopo l’espulsione a seguito della rivoluzione comunista di Mao. Il sottotitolo “Lettere dalla Cina (1947-1991) introduce ad oltre 300 pagine della pubblicazione che, edita da Velar, documenta, la storia, la cultura, la religiosità e le drammatiche vicende di un popolo, con il quale padre Luigi Bolis (1920-1991). missionario del Pime, condivise gran parte della propria esistenza.

L’incontro di presentazione – patrocinato dal Comune di Ambivere, rappresentato dal vice sindaco dott. Vittorio Leoni – è stata una grande opportunità per conoscere, attraverso lettere inviate ai parenti, ai superiori e confratelli, non solo un continente, ma soprattutto il carattere e la personalità di padre Luigi, ricordato a trent’anni dalla sua morte con un documento di grande valore culturale, che ne rivela la singolare abilità di penna, da vero e autentico reporter. La serata ha visto don Ezio Bolis dialogare con Roberto Alborghetti, giornalista e scrittore. Hanno portato la propria testimonianza su padre Luigi, il parroco emerito di Ambivere don Giuseppe Mignani, e il rettore del Seminario Pime di Monza, padre Luigi Bonalumi. Un incontro nel segno della memoria, come omaggio alla testimonianza di un missionario coraggioso, franco, con un cuore aperto al mondo e al prossimo.

Le profonde trasformazioni della Cina nella prima metà del Novecento, l’eroica dedizione dei missionari del PIME, la promettente fioritura della Chiesa cattolica locale, la guerra civile e l’inarrestabile avanzata dell’onda rossa comunista, la conquista del potere da parte di Mao, la persecuzione i processi popolari e l’espulsione dei missionari stranieri, la spaccatura tra chiesa nazionalista e chiesa fedele a Roma, l’esemplare testimonianza della maggior parte di preti e cristiani indigeni, l’enorme sviluppo di Hong Kong, le nuove prospettive di evangelizzazione, i timori per la democrazia e per il rispetto dei diritti fondamentali nell’ex colonia inglese… sono alcuni dei temi che emergono da queste letture di padre Luigi Bolis, missionario in Cina e Hong Kong per quasi mezzo secolo. Una lettura avvincente, a tratti drammatica, capace di trasmettere una passione ardente per la Cina e il suo popolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.