ROBIN HOOD: A NOTTINGHAM (DA 70 ANNI) LA STATUA “SOTTO IL CASTELLO” NE CELEBRA IL MITO


A Nottingham, esattamente da 70 anni, c’è un luogo che è una meta imperdibile per chi visita la città. Si trova nei pressi del Castello medievale, nel giardino a sinistra sotto le mura. Qui, esattamente nel luglio del 1952, fu inaugurata la statua del leggendario eroe di Nottingham: Robin Hood. Impensabile trovarsi a Nottingham e non ammirare il monumento dedicato al protagonista di tante avventure medievali che hanno reso Nottingham famosa in tutto il mondo come la “città dei ribelli”.

Fusa in otto pezzi di bronzo spesso mezzo pollice (1,27 cm), “fatto per durare 6.000 anni”, l’effigie alta 7 piedi (2 metri e 13 cm), la sagoma di Robin Hood si erge orgogliosamente nella tradizionale posa di un arciere, adagiata su un blocco di due tonnellate e mezzo di pietra bianca di Clipsham. La statua, nel 1949, doveva originariamente celebrare la visita a Nottingham della principessa Elisabetta (che salirà al trono il 6 febbraio 1952) e del duca Filippo di Edimburgo: ma non fu svelata ed inaugurata fino al luglio 1952, quando la duchessa di Portland visitò Nottingham e partecipò alla cerimonia celebrativa.

La statua e il memoriale di Robin Hood sono inevitabilmente diventati il luogo tra i più popolari (e frequentati) per i turisti in visita a Nottingham. Inevitabile scattare foto o fare selfie davanti all’arciere di fuoco e al principe dei ribelli. Anche durante la mia recente visita, con gli amici di ACT di Marysia Zipser, è stato un “must”. E davanti alla statua di Robin Hood, ci aspettava nientemeno che il Lord Mayor, dr. David Trimble. Non c’era posto migliore per accoglierci.

Negli anni vennero compiuti tentativi per spostare la statua all’interno delle mura del Castello, ritenuto luogo più consono e solenne: nei giardini è visibile anche la tomba dove la tradizione vuole sia sepolto Robin. Ma ha sempre prevalso la scelta di rendere la statua accessibile al grande pubblico. Così, il monumento bronzeo è rimasto fuori dalle mura del Castello, dove anche oggi continua a diffondere un messaggio di lealtà, giustizia, senso civico e solidarietà sociale. Insomma, una moderna e positiva “ribellione”.

Robin Hood appartiene all’immaginario collettivo di tutte le generazioni. E’ sempre una grande emozione essere a Nottingham e sostare davanti alla sua statua. Ora presso le sale dell’antico Castello, c’è una mostra molto interessante, intitolata “Rebellion”. Un viaggio nel carattere di una città e della fama mondiale di Robin Hood. Da visitare.

LEGGI LA VERSIONE IN INGLESE:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.