LA “NOTTE DELLE REGINE”: ALLA REGGIA DI CASERTA APERTURA STRAORDINARIA SERALE (13 AGOSTO)


In occasione del compleanno di Maria Carolina d’Austria, nata a Vienna il 13 agosto del 1752, il Museo del Ministero della Cultura ha istituito un’apertura straordinaria del Palazzo Reale dedicata alle sue regine. Il primo piano del Palazzo Reale sarà aperto dalle 19.30 alle 23.30, con ultimo ingresso alle 22.15. 

Dopo l’appuntamento dello scorso anno dedicato appunto a Maria Carolina, la sovrana scelta per il 2022 è Maria Amalia di Sassonia. La prima regina del Regno di Napoli sotto la dinastia borbonica nacque a Dresda il 24 novembre 1724. Figlia di Augusto III di Polonia e Maria Giuseppa d’Asburgo era imparentata a tre re francesi: Luigi XVI, Luigi XVIII e Carlo X. Sin da piccola la regina fu educata dalla famiglia alle arti. Maria Amalia era amante della musica, suonava con passione e il suo compositore preferito era Bach. Tredicenne, sposò Carlo di Borbone. Il matrimonio reale si celebrò, per procura, il 9 maggio 1738. Intenzionati a trasformare Napoli in una grande capitale europea, Carlo e Maria Amalia diedero il via alla costruzione di due nuove regge, a Portici e a Capodimonte dove nel 1743 la regina volle che si fondasse una fabbrica con marchio reale in grado di produrre porcellane belle quanto quelle della sua terra. Con grande fervore seguì gli studi che accompagnarono le prime scoperte di Ercolano. Donna colta, conosceva quattro lingue, e molto presente nelle decisioni del Regno, ebbe grande peso nella costruzione della Reggia di Caserta e dell’Acquedotto Carolino. Il 7 ottobre 1759 partì per la Spagna con il marito, appena diventato re. 

Sabato 13 agosto, negli Appartamenti Reali, gli storici dell’arte del Museo accoglieranno i visitatori per raccontare loro curiosità e dettagli della figura di Maria Amalia e del suo importante apporto alla costruzione della Reggia di Caserta. La serata sarà allietata, inoltre, all’accompagnamento musicale dell’Associazione Jervolino. Sarà possibile visitare anche le mostre “Frammenti di Paradiso – Giardini nel tempo alla Reggia di Caserta”, negli Appartamenti della Regina, e “Il Piccolo Principe – Giuseppe Sanmartino alla Reggia di Caserta”, nella Cappella Palatina. 

La Reggia di Caserta (Appartamenti Reali e mostre) sarà aperta dalle 19.30 alle 23.30, con ultimo ingresso alle 22.15​, anche venerdì 12 agosto. 

​ 

Il numero dei biglietti è contingentato per fasce orarie. I ticket, al costo di 7 euro, sono in vendita su TicketOne e la sera dell’iniziativa in sede fino ad esaurimento disponibilità. L’ingresso è incluso nell’abbonamento. Per i titolari di ReggiaCard2022 non è prevista prenotazione. 

Il Teatro di Corte e il Parco Reale saranno chiusi.​ 

Fino al 16 ottobre la Reggia di Caserta ospita la mostra Frammenti di Paradiso. Giardini nel tempo alla Reggia di Caserta, curata da Tiziana Maffei, direttore del Museo, Alberta Campitelli e Alessandro Cremona. Un caleidoscopio di rappresentazioni dal Rinascimento ai primi anni dell’Ottocento che attraversano e interessano tutta la penisola nella diversità di paesaggi, modelli culturali e stili di vita, evocando, attraverso il contatto con la natura, l’Eden perduto a cui l’uomo da sempre aspira. I giardini dipinti o riprodotti mirano ad immortalarne la bellezza fugace, a tramandarla nel tempo. La relazione tra giardino reale e le sue rappresentazioni stimola anche i visitatori a un’attenta riflessione sulla tutela e la salvaguardia della natura che ci circonda.

Lungo le grandi sale dell’Appartamento della Regina, affacciate sull’incomparabile vista del Parco Reale con la scenografica via d’acqua, in un allestimento suggestivo ideato da Lucio Turchetta con Vincenzo De Luce, si snodano i sette temi che compongono la mostra. Nell’articolarsi delle sezioni sono presentate numerose opere, in molti casi inedite, provenienti da prestigiosi musei e istituzioni italiane ed europee tra cui i Musei del Prado e Thyssen-Bornemisza di Madrid, il Museo di Versailles, il Museo di Capodimonte, le Gallerie dell’Accademia di Venezia, la Galleria degli Uffizi e Palazzo Pitti a Firenze, il Museo di Roma, oltre a collezioni private, biblioteche e altri istituti pubblici, come gli Orti botanici di Napoli e Portici. Tra i tanti artisti, del calibro di Gaspar van Wittel, Claude Lorrain, Paolo Anesi, Pietro e Gianlorenzo Bernini, Hubert Robert, Hendrick van Cleve III, Jules-César-Denis van Loo, Giusto Utens, Joseph Heintz il giovane e altri celebri vedutisti, un ruolo di spicco spetta naturalmente a Jacob Philipp Hackert che tante opere ha dedicato ai giardini e ai paesaggi campani e dell’Italia meridionale. La mostra divisa in sette sezioni ripercorre la storia del Parco della Reggia di Caserta ricordandone i protagonisti come il re Carlo di Borbone, la moglie Maria Amalia di Sassonia e i loro successori, Ferdinando IV e Maria Carolina d’Asburgo, committenti in due diverse fasi, e naturalmente gli artefici, gli architetti Luigi e Carlo Vanvitelli e il “giardiniere” John Andrew Graefer. Spazio anche alle vedute di noti giardini in Italia e Europa.
Nel percorso espositivo tradizionale s’innestano anche i linguaggi artistici e multimediali della contemporaneità, anche mediante esperienze immersive di profumi, ma anche di luce che avvolgono il visitatore.
È affidato, poi, ad un selezionato nucleo di opere di artisti contemporanei il rapporto della società attuale con la natura e la creazione di paradisi artificiali come: Maria Thereza Alves, Eugenio Tibaldi, Eugenio Giliberti, Mimmo Jodice, Alice Padovani, Sasha Vinci e Luca Francesconi. Frammenti di Paradiso. Giardini nel tempo alla Reggia di Caserta organizzata dal Museo della Reggia di Caserta con Opera Laboratori, si avvale di un prestigioso Comitato scientifico internazionale e del contributo fondamentale degli Orti Botanici di Napoli e Portici.

Un pensiero riguardo “LA “NOTTE DELLE REGINE”: ALLA REGGIA DI CASERTA APERTURA STRAORDINARIA SERALE (13 AGOSTO)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.